Arredo ufficio: tendenze 2014

Scegliere in maniera ottimale l'arredamento per l’ufficio non è facile. Diventa molto importante conciliare in maniera equilibrata i due aspetti principali in materia di arredamento: l'aspetto estetico e quello funzionale. Se un tempo gli uffici erano luoghi che dovevano emanare una certa autorità dove quindi si privilegiava l’utilizzo di mobili imponenti , oggi si preferisce dare allo spazio di lavoro un aspetto più semplice e aperto, dove il dipendente possa lavorare senza sentirsi soffocato da un’atmosfera troppo pesante e libero di muoversi agevolmente nello spazio. Office Planet ha elaborato un’interessante descrizione di questi mutamenti e delle tendenze dell’ufficio di oggi nello studio-infografica dove sono riassunte le sue principali trasformazioni. In particolare, nel 2013 gli spazi dedicati al lavoro sono stati caratterizzati da postazioni per il coworking, uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione di un ambiente di lavoro, progettati quindi soprattutto per i lavoratori in movimento. Il trend del 2014 continua in parte con questa tendenza ma spazia ponendo l’accento soprattutto verso ambienti di lavoro altamente flessibili che si adattino come un guanto alle esigenze del lavoratore, sia dal punto di vista estetico che pratico, cercando quindi di raggiungere lo spazio di lavoro perfetto.

Le caratteristiche verso cui si sta muovendo la progettazione degli spazi dedicati al lavoro sono:

- L’ufficio flessibile e in movimento

Poltroncina per conferenze modello Tiny e il mobile contenitore per ufficio modello Fill Hg 02

A sinistra la poltroncina nera per conferenze modello Tiny e a destra il mobile contenitore per ufficio modello Fill Hg 02

Oggi più che in passato il lavoro prevede spostamenti e cambiamenti. Il lavoratore oggi ha necessità di professare in un luogo, domani in un altro, e alcuni addirittura entrano nel proprio ufficio raramente. Al fine di andare incontro a questa esigenza di mobilità, a livello di arredamento per l’ufficio e della sua organizzazione, si possono attuare le seguenti scelte:
- Mobili ufficio su ruote sono perfetti perché possono muoversi seguendo le scelte dei lavoratori, promuovendo quindi la facilità di collaborazione e quella libertà di poter creare uno spazio di lavoro produttivo dove sia meglio in quel momento.
- Tavoli e postazioni regolabili in altezza consentono ai dipendenti di lavorare da una posizione seduta o in piedi.
- Postazioni di lavoro in più rispetto al numero dei lavoratori fissi permettono di poter ospitare collaboratori saltuari o anche di poter dare la possibilità al lavoratore fisso di sentirsi libero di cambiare. E’ fondamentale che tali postazioni di lavoro siano dotate di tutti gli accessori necessari a collegare facilmente tutti i dispositivi necessari.
Rientra in quest’ottica di flessibilità anche l’utilizzo dell’ufficio come spazio per eventi, così da coinvolgere in modo creativo non solo clienti e collaboratori, ma anche avvicinarne di nuovi.

- L’utilizzo dei colori per migliorare la produttività e la vita in ufficio

Mobile libreria per ufficio modello Universal 12 e poltroncina girevole per ufficio modello  Julia 02


A sinistra: Mobile libreria per ufficio modello Universal 12   e  la poltroncina girevole rossa per ufficio modello Julia 02


Secondo la psicologia del colore, vi sono nuance che sono in grado di influenzare in modo determinante il comportamento delle persone che lavorano all'interno di un ufficio, stimolando o, al contrario, limitando efficienza e produttività. I colori che aumentano la produttività sono i colori vivaci e di rilievo come il rosso, il giallo, il blu e il verde.
. Rosso: aumenta la produttività soprattutto se si svolgono mansioni manuali o tecniche.
. Giallo: il colore più utile per stimolare la creatività perché agisce positivamente sull'ego e sull'autostima personale.
. Blu: oltre a favorire la concentrazione, potenzia l'efficienza della mente soprattutto se si svolgono mansioni che hanno a che fare con i calcoli numerici.
. Verde: rappresentando la natura è un colore adatto a mantenere equilibrio, calma e nervi saldi.

 

- La condivisione dell’ambiente di lavoro

Pareti divisorie in vetroPareti divisorie in vetro


Come abbiamo detto, continua il trend dello spazio di lavoro dedicato al coworking, attuabile con alcune strategie di progettazione dell’ambiente lavorativo:
- Ridurre le stanze chiuse da pareti fisse e ridurre anche l’altezza delle pareti mobili privilegiando gli spazi di lavoro aperti che favoriscono la collaborazione fra i lavoratori. L’ufficio deve essere concepito per favorire l’interazione sia tra le persone della stessa équipe che fra équipe diverse, nonché per far nascere conversazioni che possano portare ad idee innovative e vincenti.
- Creare spazi lounge confortevoli per meeting informali invece di aree riunione classiche, per favorire lo scambio di idee spontanee. Perfette per questo scopo anche le aree outdoor come terrazze e giardini arredati con sedute e tavoli comodi e funzionali.
- Ridurre lo spazio dedicato alla reception o eliminarla, in modo che non si crei uno schermo fra le postazioni di lavoro e l’ingresso. Il cuore dell’attività lavorativa è un biglietto da visita dell’azienda stessa che fa vedere al cliente la forza del proprio staff. Gli spazi dell’ufficio possono quindi diventare uno strumento di marketing per mostrare ai clienti la forza della squadra e come si lavora all’interno dell’azienda.

- La casa in ufficio

Area relax per ufficio
Area relax per ufficio

Rendere felice il lavoratore può fare in modo che esso dia il suo meglio. Google è un esempio di azienda che crede fermamente in questa teoria e utilizza gli spazi extra-lavoro dedicati al benessere del lavoratore sia come strumento per fare in modo che la produzione aumenti, ma anche come un biglietto da visita positivo per fare in modo che un lavoratore sia invogliato a scegliere quell’azienda rispetto ad un’altra. Zone pranzo confortevoli, luoghi di relax a misura d’uomo, aree comuni per il tempo libero invitanti come il soggiorno di casa. Perché oggi si abita l’ufficio più di quanto si abiti la casa! Di grande importanza anche un approccio familiare nei confronti del lavoratore al di la della progettazione del luogo di lavoro con proposte per far star bene i dipendenti. Un esempio sono le “family days” dove i familiari dei dipendenti possono entrare in azienda per condividere la giornata lavorativa del loro familiare, o il “Pet Friday” che la sede brianzola di Nintendo ha istituito per le giornate del venerdì quando i cani dei lavoratori possono entrare in azienda.



Articolo scritto da:
Anna Franceschi - Art Director, Web editor, Blogger, Digital designer.

 

Scegliere è difficile? Lo sappiamo.

Ti offriamo la consulenza di un espoerto che ti consiglierà al meglio.

Holding Office Srl - Piva: 12967001004 - All rights reserved - Credits: Christopher Miani

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo